iamfrancidefa

  • The Alpine from Gressoney finds his smile again with two excellent World Cup races in the Czech Republic, entering the top ten in the classic chase.


    Nové Město, Czech Republic – Jan. 19th 2020 • Nové Město gives Defast the first two good results of the year. After the difficult start of the season, conditioned by physical problems and culminating in the abandonment of the Tour de Ski, Francesco De Fabiani regains his form, motivations and smile with an excellent weekend in the two distance races.

    Saturday January 18th it took place a 15 Km F, with a time trial start, where De Fabiani grew on the distance. «I had in mind not to overdo itDefast says – however in hindsight I might have been able to start stronger, but the form was good and during the race I was lucky enough to share the effort with Kalle Halvarsson». The skier from Gressoney finished in sixteenth position the round won by Alexander Bolshunov (RUS).

    In the 15 Km of Sunday 19 January, the format chosen by the FIS is the classic Gundersen calculated on the ranking of the previous day. Author of a good start, Defast immediately manages to gain positions and to brilliantly finish the race dominated once again by the winner of the Tour de Ski, with an excellent tenth place.

    «It has been a positive weekend – says the Alpine – and I can say that I really got the smile on. I had excellent sensations during both days, especially on Sunday I felt very good physically. I want to thank the skimen for the excellent work done in these two days; these two races have confirmed to me that when the condition is good the 15 Km, both classic and skating, is my favorite format, or at least the one in which I express myself best».

    The two Czech days seem to have blown away the clouds from a season so far stingy with satisfaction: «Finally I can say that I had a “nice” effort, certainly not like during the Tour when every climb seemed endless to me. At the end, I can say that withdrawing from Tour de Ski to do a real reset of my condition was the right choice».

     

    __________________________________

    Press Office of Francesco De Fabiani
    Written by Paolo Mei
    Translated by Nicolò Caneparo

            

             

    © All photos are property of Nordic Focus

  • L’alpino di Gressoney ritrova il sorriso con due ottime prove in coppa del mondo in Repubblica Ceca, entrando addirittura nella top ten nell’inseguimento in classico.


    Nové Město, Repubblica Ceca – 19 Gen. 2020 • Nové Město regala a Defast i primi due risultati di buon livello dell’anno. Dopo il difficile avvio di stagione, condizionato da problemi fisici e culminato con l’abbandono del Tour de Ski, Francesco De Fabiani ritrova la forma, le motivazioni e il sorriso con un ottimo weekend nelle due gare distance.

    Sabato 18 gennaio, impegnato in una 15 chilometri TL, con partenza a cronometro, De Fabiani è cresciuto alla distanza. «Avevo in mente di non strafare – dice Defasttuttavia con il senno di poi avrei forse potuto partire più forte, ma la forma era buona e durante la gara ho avuto la fortuna di condividere lo sforzo con Kalle Halvarsson». Il gressonaro ha chiuso in sedicesima posizione nella prova vinta da Alexander Bolshunov (RUS).

    Nella 15 chilometri di domenica 19 gennaio il format scelto dalla FIS è la Gundersen in classico calcolata sui distacchi della giornata precedente. Autore di una buona partenza, Defast riesce subito a guadagnare posizioni e a concludere brillantemente la gara dominata ancora una volta dal vincitore del Tour de Ski, con un ottimo decimo posto.

    «Sono state due giornate positive – afferma l’alpino – e posso dire di aver davvero ritrovato il sorriso. Ho avuto ottime sensazioni durante entrambe le giornate, in particolar modo domenica mi sono sentito decisamente bene a livello fisico.
    Ci tengo a ringraziare gli skimen per l’ottimo lavoro svolto in questi due giorni; queste due gare mi hanno confermato che quando la condizione è buona la 15 chilometri, sia essa in classico, sia essa in pattinato, è il mio format preferito, o comunque quello nel quale mi esprimo meglio».

    La due giorni ceca pare aver spazzato via le nuvole da una stagione sin qui avara di soddisfazioni: «Finalmente posso dire di aver fatto una fatica “bella”, non certo come durante il Tour quando ogni salita mi sembrava senza fine. A conti fatti posso dire che ritirarmi dal Tour de Ski per fare un vero e proprio reset della mia condizione sia stata la giusta scelta».

     

    __________________________________

    Ufficio Stampa di Francesco De Fabiani
    Redatto da Paolo Mei
    Tradotto da Nicolò Caneparo

            

     

            

     

    © All photos are property of Nordic Focus

  • The international adventure of Francesco De Fabiani will resume in the next weekend in Nové Město with two distance races.


    Nové Město, Czech Republic – Jan. 16th 2020 • It is time to start the engines again and full speed ahead. The season of "DeFast", which got to a stop in Toblach two weeks ago during the unfortunate Tour de Ski, will resume this weekend.

    The skier from Gressoney of Centro Sportivo Esercito Courmayeur was recalled by the Italian National Team to face the double event in Czech territory, in Nové Město. Two distance races are scheduled: Saturday 18th January he will join the track for the 15 km skating interval start, while on Sunday it will be the time for a new 15 km, but classic and in the spectacular Gundersen format, that means a pursuit with the gap accumulated in the previous race.

    Out of the game for more than 15 days, De Fabiani comes from a rather intense training period, thanks to which the hours and kilometers of training have been remarkable, first in Toblach, where he covered an average of 60 Km per day, and then at his home in Gressoney, where he carried out the classic final workout in order to better face the incoming double World Cup rounds.

    Francesco De Fabiani will be at the start together with teammates Dietmar Nöckler and Giandomenico Salvadori.

     

    __________________________________

    Press Office of Francesco De Fabiani
    Written by Paolo Mei
    Translated by Nicolò Caneparo

  • Dopo tre tappe difficili, l’atleta del CSE ha deciso di chiudere anzitempo la parentesi nella prestigiosa gara a tappe, con lo sguardo rivolto ai prossimi impegni in Coppa del Mondo.


    Dobbiaco, Italia – 31 Dic. 2019 • É durato solo tre tappe il Tour di Defast. Ad influenzare sulla scelta, una condizione che tarda ad arrivare, unitamente ai risultati che sono stati avari in questa prima parte di stagione.

    De Fabiani, al suo sesto Tour de Ski (dei quali tre conclusi), di fatto non è mai stato davvero “in gara”, ad eccezione di una comunque buona Sprint in Skating a Lenzerheide, chiusa in sedicesima posizione.

    «Le sensazioni non sono buone – dice Francescoe purtroppo è una situazione che mi porto appresso da oltre un mese, sin dal primo ritiro in Finlandia. Dalla gara di Ruka, poco è cambiato, sia a livello di sensazioni, sia di risultati».

    La gara di oggi, a Dobbiaco (15 Km TL interval start), non ha dato le giuste garanzie per poter continuare: «Ho chiuso lontano dai primi, non sono nemmeno riuscito a entrare nella Top 30 e quello che mi sento di dire è che questo non è il De Fabiani di un anno fa, quando con una super condizione avevo ottenuto 2 podi al Tour. Ci avviciniamo alla tappa della Val di Fiemme, la 15 Km TC mass start, ma sono certo che con questa condizione non andrei da nessuna parte. Credo sia assolutamente inutile perseverare, pertanto abbiamo deciso di uscire di scena al fine di fare un “RESET”».

    Cosa sia andato storto, ancora non è chiaro: «Oggi nei primi Km andavo bene, non ho nemmeno cercato di strafare, ho preso il mio ritmo ma sono poi calato vistosamente. Diciamo che sto facendo il contrario di quello che faccio di solito: anziché crescere nel finale, tendo a calare vistosamente. Oggi, mi sembrava di fare una 30 Km, invece era una 15 Km, tanto ero stanco».

    Defast però ha tutt’altro che il morale a terra: «Sono dispiaciuto, non deluso. Ora mi prenderò qualche giorno di riposo e poi ricomincerò a preparare il 2020, come se fossimo a inizio stagione, soprattutto senza mal di schiena e con tante motivazioni».

    Negli ultimi giorni il timore era di avere contratto qualche virus, ma fortunatamente gli esiti degli esami sono stati negativi: «Ho tutti gli esami ematici in ordine, nessun valore fuori posto, nessun virus. Questo è davvero positivo per me, la stagione è lunghissima, ci sarà lo Ski Tour in Scandinavia, lo Sprint Tour in Canada, ovviamente la 50 Km di Oslo, le occasioni per rifarsi non mancano. In ogni caso, spero di rientrare già per Nove Mesto, tra circa due settimane, sono convinto di ritrovare la condizione».

    Oggi si chiude il 2019, un anno comunque decisamente positivo: «Con questa gara, si chiude l’anno, un anno che mi ha regalato emozioni incredibili, con i 2 podi al Tour (Oberstdorf e Val di Fiemme), con il secondo posto in Coppa a Cogne nella Sprint, con il bronzo mondiale di Seefeld ottenuto nella Team Sprint insieme a Federico Pellegrino. Speriamo di fare un 2020 all’altezza delle aspettative, nel frattempo auguro a tutti i miei tifosi un nuovo anno stellare!».

     

    __________________________________

    Ufficio Stampa di Francesco De Fabiani
    Redatto da Paolo Mei
    Tradotto da Nicolò Caneparo

  • Dopo tre tappe difficili, l’atleta del CSE ha deciso di chiudere anzitempo la parentesi nella prestigiosa gara a tappe, con lo sguardo rivolto ai prossimi impegni in Coppa del Mondo.


    Toblach, Italy – Dec. 31st, 2019 • The Tour for Defast lasted only three rounds. To influence the choice, a condition that struggles to arrive, together with the results that have been stingy in this first part of the season.

    De Fabiani, at his sixth Tour de Ski (three of which ended), was in fact never really "into the race", with the exception of a good Skating Sprint in Lenzerheide, however, closed in sixteenth position.

    «The feelings are not that good – says Francescoand unfortunately it is a situation that has been carrying on for over a month, since the first retirement in Finland. Since Ruka's race, little has changed, either in terms of sensations or results».

    Today's race in Toblach (15 Km F interval start) did not give the right guarantees to be able to continue: «I closed far from the top, I didn't even manage to enter the Top 30 and what I feel like saying is that this is not the De Fabiani of the past year when, with a super condition, I had 2 podiums in the Tour. We are approaching the Val di Fiemme round, the 15 Km C mass start, but I am sure that with this condition I would not go that far. I believe it is absolutely useless to persevere, therefore we have decided to leave the scene in order to take a "RESET"».

    What went wrong is still not clear: «Today, in the first kilometers I was doing well, I didn't even try to overdo it, I kept my rhythm but then I dropped dramatically. Let's say I'm doing the opposite of what I usually do: instead of growing in the end, I tend to drop seriously. Today, I seemed to be doing a 30 Km, instead it was a 15 Km, I was so tired».

    Defast, however, hasn’t the morale on the floor: «I'm sorry, not disappointed. Now I will take a few days off and then I will start preparing 2020 again, as if we were at the beginning of the season, especially without back pain and with many motivations».

    In the last few days the doubt was of having contracted a virus, but fortunately the results of the tests have been negative: «I have all the blood tests in order, no value out of range, no viruses. This is really positive for me, the season is very long, there will be the Ski Tour in Scandinavia, the Sprint Tour in Canada, of course the 50 Km of Oslo, there are plenty of opportunities of redemption. In any case, I hope to return back to the scene already at Nove Mesto, in about two weeks, I am looking forward to finding the condition».

    Today 2019 is going to end, a very positive year, though: «With this race, the year ends, a year that gave me incredible emotions, with the 2 podiums in the Tour (Oberstdorf and Val di Fiemme), with second place in the World Cup in the Sprint of Cogne, with the world bronze of Seefeld obtained in the Team Sprint with Federico Pellegrino. We hope to face the year 2020 up to expectations, in the meantime I wish all my fans a stellar new year!».

     

    __________________________________

    Press Office of Francesco De Fabiani
    Written by Paolo Mei
    Translated by Nicolò Caneparo

  • Il gressonaro del Centro Sportivo Esercito di Courmayeur è al Nord per preparare al meglio l’imminente inizio di stagione con obiettivi molto ambiziosi, nonostante un affaticamento alla schiena.


    Rovaniemi, Finlandia – 21 Nov. 2019 • É arrivato al Nord da qualche giorno e Francesco De Fabiani incomincerà la nuova avventura internazionale dalla Finlandia, come da tradizione nell’ultimo week-end di novembre, con la gara di Ruka.

    In una stagione, quella 2019/2020, ricca (forse anche troppo) di Coppe del Mondo, anche ravvicinate, DeFast aveva pianificato, d’accordo con la squadra nazionale, l’esordio nello scorso week-end con un test a Rovaniemi in Finlandia, per preparare l’avvicinamento al consueto appuntamento di apertura.

    «Sono pronto per incominciare la stagione – tuona DeFast – e sino ad ora la preparazione è andata davvero bene, tra bicicletta (non troppa), camminate a piedi, sessioni sugli skiroll, gare di skiroll, sciate sul ghiacciaio, ora è tempo di trasformare le ore in velocità. Il periodo di carico vero e proprio lo abbiamo già effettuato».

    Nello scorso fine settimana, Defast avrebbe dovuto partecipare a due gare a Rovaniemi, ma un problema alla schiena ha rivoluzionato i piani: «Abbiamo lavorato sulle spinte e giovedì scorso ho interrotto l’allenamento per un affaticamento alla schiena. D’accordo con lo staff della nazionale abbiamo deciso di riposare per 5 giorni per non compromettere la stagione».

    Sabato 23 novembre è in programma un test con i russi in una 15 km in classico, ancora a Rovaniemi: «É molto importante soprattutto avere un riscontro positivo sulla mia salute – dice De Fabianiprima ancora che sul risultato, visto che sono stato fermo alcuni giorni».

    L’obiettivo stagionale, in un anno privo di mondiali e olimpiadi è chiaro: «Punto alla Top 5 della classifica di Coppa del Mondo. Parto cercando di fare bene dall’inizio, ci saranno 2 Tour, non solo quello della Val di Fiemme, ma anche uno in Scandinavia e in questi casi diventa importante portarli a termine per ottenere i punti di Coppa». A proposito di Tour de Ski, De Fabiani ha programmato anche alcuni allenamenti mirati per migliorare sul Cermis, il suo tallone d’Achille: «Al rientro dalla Finlandia, ai primi di dicembre ho in mente di svolgere qualche sessione specifica sulle piste da sci alpino vicino casa, per adattarmi alle pendenze e allo sforzo che come sapete non mi è congeniale».

    La 50 km di Oslo rimane tra i sogni di Francesco: «Eh si, Oslo ce l’ho nel cuore e anche se in calendario arriverà dopo un periodo duro, mi piacerebbe essere protagonista».

     

     

    __________________________________

    Ufficio Stampa di Francesco De Fabiani
    Redatto da Paolo Mei
    Tradotto da Nicolò Caneparo

  • Riprende nel prossimo week-end a Nové Město l’avventura internazionale di Francesco De Fabiani con due gare distance.


    Nové Město, Repubblica Ceca – 16 Gen. 2020 • É tempo di riaccendere i motori e di ripartire a pieno regime. La stagione di "DeFast", interrottasi a Dobbiaco due settimane fa durante uno sfortunato Tour de Ski, riprenderà questo fine settimana.

    Il gressonaro del Centro Sportivo Esercito di Courmayeur è stato convocato dalla Nazionale italiana in vista del doppio impegno in territorio ceco, a Nové Město. In programma due gare distance: sabato 18 gennaio scenderà in pista nella 15 Km in pattinaggio e partenza a intervalli di tempo, mentre domenica sarà il turno di una nuova 15 Km, ma in passo alternato e nello spettacolare format della Gundersen, ovvero a inseguimento con i distacchi accumulati nella gara del sabato.

    Fuori dai giochi per oltre 15 giorni, De Fabiani arriva da un periodo di allenamento piuttosto intenso, grazie al quale le ore e i Km di allenamento sono stati notevoli, dapprima proprio a Dobbiaco, dove ha percorso una media di 60 Km al giorno, e poi a casa sua a Gressoney, dove ha effettuato la classica rifinitura in vista del doppio impegno di coppa.

    Francesco De Fabiani sarà al via insieme ai compagni di nazionale Dietmar Nöckler e Giandomenico Salvadori.

    __________________________________

    Ufficio Stampa di Francesco De Fabiani
    Redatto da Paolo Mei
    Tradotto da Nicolò Caneparo

  • The skier of the Centro Sportivo Esercito Courmayeur flew to the North to better prepare for the imminent start of the season with very ambitious goals, despite a back strain.


    Rovaniemi, Finland – Nov. 21st, 2019 • He arrived in the North a few days ago and now Francesco De Fabiani will begin the new international adventure from Finland, as usual on the last weekend of November, with the race in Ruka.

    In the season 2019/2020, rich (maybe too much) of World Cup dates, even quite close to each other, DeFast planned, in agreement with the national team, the debut last weekend with an event in Rovaniemi, Finland, to prepare for the approach to the usual grand opening of the season.

    «I am ready to start the seasonDeFast says – and so far the preparation has gone really well till last week, among bicycle (not too much), walking on foot, roller ski sessions, roller ski races, skiing on the glacier, now it's time to transform these hours in speed. We have already carried out the actual loading period».

    Last weekend, two races were scheduled in Rovaniemi for Defast, but a back problem revolutionized the plans: «We worked on the push and last Thursday I stopped training for a back strain. In agreement with the national team we decided to rest for 5 days so as not to compromise the season».

    Saturday, November 23rd, a test is scheduled with the Russians in a 15 km C, again in Rovaniemi: «It is very important above all to have a positive feedback on my health – says De Fabianieven more than the result, since I was inactive for some days».

    The seasonal goal, in a year without World Championship and Olympics, is clear: «My target is the Top 5 of the World Cup ranking. I start trying to do well from the beginning, there will be 2 Tours, not only in Val di Fiemme, but also in Scandinavia and in these cases it’s important to complete them to get the points of the Cup».Speaking about the Tour de Ski, De Fabiani has also scheduled some training sessions to improve on stage of Cermis, his Achilles heel: «Back from Finland, in early December I planned to do some specific sessions on alpine ski slopes close to home, to get used to that gradient and to the effort which, as you know, is not congenial to me».

    The 50 km of Oslo remains among Francesco's dreams: «Oh yes, I have Oslo in my heart and even if it will come after a hard time, I would like to be a protagonist».

    .

    __________________________________

    Press Office of Francesco De Fabiani
    Written by Paolo Mei
    Translated by Nicolò Caneparo


De Fabiani Logo Fontina
De Fabiani Logo Regione VDA
De Fabiani Logo Fontina
image
image
image
suunto logo
Esercito Italiano

image
image
image
image