Francesco De Fabiani - Falun - 2020/2021 • ©Thibaut/Nordic Focus

Francesco De Fabiani chiude la tre giorni di Falun con un buon sesto posto nella 15 km in classico e partenza di massa. Risultati altalenanti, ma sensazioni buone e obiettivo puntato ormai verso la rassegna iridata di Oberstdorf.


Falun, Svezia – 31 Gen. 2021 • É stata una tre giorni intensa, quella del fondismo internazionale sulle nevi di Falun, sede delle gare iridate nel 2015.

Due 15 km (la prima in skating con partenza a intervalli a cronometro, la seconda in classico con partenza di massa in classico) e una Sprint in classico erano il menù scandinavo del fine settimana appena conclusosi.

Francesco De Fabiani, al rientro in Coppa del Mondo dopo le fatiche del Tour de Ski, ha vissuto tre giorni non semplici, incominciati in chiaro-scuro, ovvero con una prestazione opaca nella 15 Km in skating: 26° posto e morale non proprio alto, condito da alcuni affaticamenti muscolari derivanti dalle ultime fatiche del Tour, non ancora perfettamente smaltite dall’alpino di Gressoney.

La giornata di sabato ha invece fatto tornare il sorriso a De Fabiani, che nel suo format preferito, ovvero in classico e con partenza in linea è arrivato vicinissimo al podio chiudendo al 6° posto con qualche rammarico: «potevo fare qualcosa di più, e approfittare del format per puntare a un risultato migliore, ma non è così semplice come potrebbe sembrare».

Domenica, nella Sprint conclusiva, il gressonaro del Centro Sportivo Esercito di Courmayeur non ha trovato il ritmo già in qualifica, chiudendo distante dai primi e non riuscendo pertanto ad accedere alle fasi finali: «Il risultato della sprint ovviamente non mi soddisfa, ma devo tenere conto del fatto che c’erano praticamente tutti i migliori sprinter del mondo al via norvegesi compresi. Nonostante il risultato, le sensazioni non erano così negative. In linea di massima, la qualifica di oggi era realmente difficile da agguantare».

Il bilancio di Francesco «è comunque positivo – aggiunge l’alpino proprio facendo riferimento alle sensazioni in gara –. Forse col senno di poi nella 15 in classico avrei potuto sfruttare, viste le poche occasioni, proprio l’opportunità di trovare un podio, magari andando meglio nella prima metà di gara. Ciò che è interessante è che mi sembra di essere sulla strada giusta in vista dei mondiali».

Ora i riflettori si spostano a Ulriceham, sempre in territorio svedese, dove nel week-end del 6 e 7 febbraio De Fabiani sarà impegnato in una Sprint e in una Team Sprint, entrambe in pattinaggio, gara che servirà proprio come test in vista dei mondiali di Oberstdorf.

«La settimana successiva – aggiunge Defast – faremo un raduno prima di andare a Nove Mesto e poi ci saranno i mondiali, per i quali ancora non ho deciso in maniera definitiva quali saranno le gare a cui parteciperò».

 

__________________________________

Ufficio Stampa di Francesco De Fabiani
Redatto da Paolo Mei
Tradotto da Nicolò Caneparo

e-max.it: your social media marketing partner

De Fabiani Logo Fontina
De Fabiani Logo Regione VDA
De Fabiani Logo Fontina
image
image
image
suunto logo
Esercito Italiano

image
image
image
image